La Mixroom

Ormai non ci dovrebbe essere più bisogno di spiegarvi di cosa si tratta, no?

Alcuni di voi però hanno iniziato a pensare all’amico che fa il resident dj in quel posto figo e che vi fa entrare nel privè con il VIP pass, e allora forse un ripasso non può farci male.

Partiamo da un esempio pratico; nella seconda parte del filmato qui sotto vedrete una mixroom in azione, e vi verranno introdotti i vari ruoli.

 

In questo caso particolare abbiamo una squadra composta da personale della mixroom ma anche da alcuni membri del webteam.

“Web team”, “Mixroom”, mais qu’est-ce que c’est ca?

Meglio fare un  passo indietro e distinguere la sezione di comunicazione di un Museomix, dividendo le competenze della Mixroom da quelle del WebTeam. Durante i tre giorni di Museomix le due entità possono coincidere quasi del tutto, ma mentre il webteam è attivo già dalle fasi di preparazione dell’evento curando tutto quanto pubblicizza la nostra maratona creativa a chi potrebbe essere interessato e parteciparvi o contribuire, la mixroom lavora in tempo reale. Nei tre giorni di un remix il team mixroom acquisirà materiale multimediale e lo “trasformerà” per comunicare quello che sta avvenendo nel museo al resto del mondo. Ciò avverrà tramite social network, tramite la stampa, perché no, la tv ed altri media tradizionali ed i mezzi saranno scritti, video, fotografie. Questo Servirà a creare il tessuto connettivo che collegherà le varie sedi durante le plenarie. Inoltre il volume di dati raccolto diventerà la memoria dell’edizione in corso.

Tutto questo avverrà in ogni singolo museo e verrà coordinato dalla Global Mixroom che raccoglierà i video giornalieri che verranno proiettati durante le plenarie.

 

State collaborando con un museo nell’organizzazione di Museomix e state organizzando la vostra Mixroom?

Ecco, a questo link, per ora in Francese ma presto tradotto, un vademecum che vi aiuterà e faciliterà nel lavoro!